• Balena con piccolo verticale
  • Coda balena in immersione
  • Delfino frontale fuori acqua
  • Squalo Balena si nutre
  • Frog rosa
  • Squalo balena con pesci piloti
  • Foglia rosa
  • Pagliaccio
  • Tartaruga in profondità
  • Nudibranco
  • Granchi 2 anemone

IMMERSIONI SOTTO COSTA - Nosy Be

Nell’ambito delle immersioni “sottocosta” rientrano tutte quelle immersioni che distano 4 -5 km dalla costa e che quindi beneficiano della sua protezione e non subiscono gli effetti negativi delle maree. Si tratta per lo più di secche, distribuite a ovest di Nosy Be, subito all’esterno dell’isola di Nosy Sakatia, oppure a sud, in prossimità della spiaggia di Madirokeli e del Cratere, con profondità che vanno da un minimo di 14 metri ad un massimo di 24-25 metri. Sono secche ricchissime di pesce e dagli scenari colorati e suggestivi e che lasciano affascinati i fotografi subacquei. Possono essere fatte con tutti i tipi di marea: con le piccole come con le grandi maree,  con marea montante come con discendente… dipende poi dall’esperienza della guida la capacità di individuare dove si trova il pesce, qual è il percorso più indicato con quelle condizioni di marea e, quindi , come ottenere il “massimo rendimento con il minimo sforzo” per i subacquei. Di norma proponiamo questo gruppo di immersioni come seconda immersione della mattinata, in quanto meno profonde e collocate a minor distanza dalla base, quindi “sulla via del ritorno”.

Ombrine 240x150 IMG_2065.jpg

FUCILIERI  (profondità minima 13 metri, massima 24 metri)

Secca allungata che si sviluppa fra i 14 e i 24 metri di profondità. Soprannominata “fish market” in quanto dimora di grossi banchi di fucilieri e ombrine, ma anche di cuccioli di barracuda e di sardine. Spesso capita di assistere a vere e proprie “battaglie” per la sopravvivenza dove enormi carangidi velocissimi e minacciosi inseguono ad una velocità folle nuvole di sardine che si muovono in una bolla omogenea e multiforme costituita da migliaia di velocissimi “proiettili viventi”.

 

Nudibranco 240x150 IMG_1346.jpg

CHAMEAU (profondità minima 14 metri, massima 25 metri)

In italiano “cammello” per la conformazione a doppia gobba di questa secca che si sviluppa fra i 14 e i 25 metri di profondità. I versanti più esterni di queste due gobbe sono una miniera inesauribile di spettacolari nudibranchi (spesso introvabili anche sui libri scientifici) e anemoni delle più svariate forme e colori. Sul cappello banchi di fucilieri ed ombrine, gorgonie, coralli molli che creano un paesaggio colorato e affascinante per gli amanti della macro. Non è raro incontrare inoltre murene leopardo, cernie di grossa taglia (per nulla timide), pastinache e razze di ogni dimensione.

 

Scorfano 240x150 IMG_4408-57.jpg

GROTTE DI SAKATIA (profondità minima 13 metri, massima 25 metri)

Alcune conformazioni coralline, poggiate su un fondo sabbioso  e pianeggiante, a 25 metri di profondità, ricche di alcionari e coralli molli danno rifugio, con piccole grotte ed anfratti, a una  coreografia particolarissima di capitani, pesci vetro, fucilieri,  pesci coccodrillo, scorfani e pastinache.

Si termina l’immersione risalendo su un plateau colorato a 16 -  17 metri di profondità, zigzagando in favore di corrente fra  bellissime gorgonie ed ammirando tranquilli gruppetti di pesci  angelo, banchi sparpagliati di  unicorni, distese di madrepore di  ogni genere, anemoni abitati da pagliacci  e granchi porcellana.  Possibile, in giornate fortunate, anche inaspettati incontri.

 

Unicorn 240x150 IMG_4207.jpg

LICORN (profondità minima 15 metri, massima 24 metri)

Poco lontano dalle Grotte di Sakatia, questa secca riparata dalle correnti, frequentata da enormi banchi di unicorni (da cui prende il nome francese) e di grugnitori. Un’immersione da fare in completo relax, osservando la tranquilla vita del reef, lasciandosi cullare dalla corrente. Noi la soprannominiamo “la casa di nemo” ed è una delle immersioni che si possono fare anche con le peggiori condizioni di mare e di corrente.

Tartaruga 2 240x150 IMG_5531.jpg

BANCO DELLE GORGONIE (profondità minima 10 metri, massima 19 metri)

Un banco che si sviluppa fra i 14 e i 19 metri di profondità da percorrere, come un parco alberato, in un percorso panoramico fra gigantesche gorgonie che si assiepano a perdita d’occhio filtrando le acque ricche di plancton del canale che separa Nosy Be dal Madagascar. Qui hanno la propria dimora due gigantesche tartarughe verdi e trovano un habitat perfetto pastinache, pesci coccodrillo, cipree ma anche aragoste di taglia sorprendente, distese di bellissimi anemoni ed una serie di spugne a calice talmente grandi da poter accogliere al loro interno un intero subacqueo.



immersioni, madagascar, nosy be, house reef,

Copyright 2013 - 2017 All Rights Reserved