• Balena con piccolo verticale
  • Coda balena in immersione
  • Delfino frontale fuori acqua
  • Squalo Balena si nutre
  • Frog rosa
  • Squalo balena con pesci piloti
  • Foglia rosa
  • Pagliaccio
  • Tartaruga in profondità
  • Nudibranco
  • Granchi 2 anemone

Camaleonti

Esistono circa 150 specie di camaleonti nel mondo, ma la comunità di camaleonti che abita il Madagascar è semplicemente unica: 59 specie diverse, prevalentemente del genere "Calumna" e "Furcifer", che si trovano solo qui e in nessun altro posto sul pianeta. Essi sono giustamente diventati il simbolo della biodiversità unica di quest’isola-continente.
I camaleonti appartengono all'ordine dei rettili squamosi, e vivono principalmente sulle piante e si nutrono di insetti: la coda prensile e le zampe dalle dita opponibili a forma di pinza costituiscono proprio un adattamento a questo tipo di vita.

Colorazione E Mimetismo
Sono animali solitari e sfoggiano una livrea dai colori magnifici e vivacissimi. La capacità di cambiare colore, se è certamente una delle caratteristiche che rende i camaleonti così affascinanti non ha finalità propriamente mimetiche (riprodurre fedelmente l'ambiente circostante), bensì di comunicazione.  
Infatti sono le condizioni psichiche del soggetto (riposo, esplorazione, stress, paura, aggressività, eccitazione sessuale, gravidanza, malattie, ecc.) a determinare gli impulsi nervosi che interagendo con la luce che attraversa i vari strati della pelle  ne determinano la colorazione.
Sotto un primo strato sottile di pelle, quasi incolore, i camaleonti hanno infatti delle cellule "cromatofore" che contengono pigmenti gialli e rossi, che reagiscono diversamente alla luce e al calore, combinandosi con una sostanza cristallina, che riflette il blu, e con una percentuale di melanina, nera, presente in uno strato cutaneo più profondo. Dei messaggi neuro-ormonali modificano la percentuale dei pigmenti nelle cellule e permettono all'animale di modificare il colore del suo corpo. Molte specie, durante la notte, si posizionano ai margini della vegetazione e la loro pelle si schiarisce fino a diventare di un colore omogeneo e molto pallido, e diventa facile riuscire ad individuarli con l'aiuto di lampade e torce.
Il mimetismo del camaleonti è piuttosto legato alla sua capacità di rimanere immobile o spostarsi con movimenti lenti ed impercettibili.
Caccia
Sempre allo scopo di rendersi invisibili, gli occhi del camaleonte possono ruotare di 360 gradi in modo indipendente uno dall'altro, permettendogli di controllare contemporaneamente l'ambiente in tutte le direzioni e di prendere la mira sulla preda con estrema precisione. Nel momento in cui la preda è individuata il camaleonte si prepara all'attacco nella più assoluta immobilità, valutando la distanza e gli spostamenti della preda. Quando è pronto, entrambi gli occhi convergono sul bersaglio e con velocità impressionante proietta la lingua (che raggiunge una lunghezza pari a quella di tutto l'animale, compresa la coda e che termina con una sorta di staffa appiccicosa) verso la preda che viene "succhiata" ed ingurgitata in pochi centesimi di secondo.
Difesa
Nei camaleonti qualunque stress si manifesta in maniera lenta ma molto evidente: di fronte all'intruso cambierà colore ed acquisterà toni molto accesi, prenderà una posizione minacciosa gonfiando il proprio corpo e la gola e soffiando con la bocca aperta. Alcuni piccoli camaleonti adottano la strategia di difesa chiamata "akinesia" che consiste nel lasciarsi cadere a terra fingendosi morti.

I camaleonti ripresi nelle nostre foro (verdi i maschi, arancio le femmine) sono di razza FURCIFER PARDALIS, tipico camaleonte di Nosy Be.

 



camaleonti, madagascar, nosy be, natura, escursioni, biodiversita, lovebubble

Copyright 2013 - 2017 All Rights Reserved